GUERRA? SI PENSI A METTERE GLI ITALIANI NELLE CONDIZIONI DI FARE FIGLI

4 0
Read Time:56 Second

di D. Proietti

Qualche anno fa esponenti del Movimento Cinque Stelle asserivano che attraverso misure come il reddito di cittadinanza sarebbe stata abolita la povertà.
I dati hanno sbugiardato questa tesi: non solo la povertà non è stata abolita, ma è cresciuta e di molto.
Una condizione economica precaria che spesso non consente alle coppie italiane di formare una famiglia.
Secondo i dati provvisori, i nati residenti in Italia sono 379mila, con un tasso di natalità pari al 6,4 per mille (era 6,7 per mille nel 2022). La diminuzione delle nascite rispetto al 2022 è di 14mila unità (-3,6%). Dal 2008, ultimo anno in cui si è assistito in Italia a un aumento delle nascite, il calo è di 197mila unità (-34,2%). Lo dice Istat nel report denominato “Indicatori demografici anno 2023”.
Ecco, chiediamo al Governo che invece di assecondare la Nato nei propri piani guerrafondai inizi a pensare a porre in essere misure volte a incentivare le nascite.
Non è dai barconi che deve arrivare il nostro futuro, ma dalle culle. Speriamo lo si capisca presto, pena la nostra estinzione.

Happy
Happy
100 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi