30 Giugno 2022

www.missino.it

Blog di informazione del MSFT

IDENTITÀ E TRADIZIONE: COSA SONO E PERCHÉ VANNO DIFESE

0 0
Read Time:1 Minute, 53 Second

di Daniele Proietti

Davanti al pericolo che la nostra civiltà sta vivendo in questa fase storica, che, deve essere chiaro, è quello dell’estinzione, tutte le tematiche di politica economica o sociale passano, inesorabilmente, in secondo piano. Le domande che non la natura, e nemmeno la Storia, bensì un sistema pienamente contrario agli interessi nazionali ci obbliga a porci sono: cosa intendiamo essere?
Chi vogliamo sia, nel prossimo futuro, l’abitante di quel territorio geografico chiamato Italia e, più in generale, Europa?
È ormai chiaro che la sinistra, in tutte le sue declinazioni, desidera che il nostro suolo venga calpestato da persone dall’identità indefinita, i cosiddetti ” nuovi italiani “, risultati di norme come lo Ius Soli, legge finalizzata a distruggere il concetto stesso di italianità, e, più in generale, di civiltà europea, intesa in senso etnico e culturale.
Ma anche la cosiddetta “Opposizione” della “destra” liberomercatista, in nome del politicamente corretto, balbetta, e non dice mai una parola fermamente contraria ai progetti del progressismo.
L’identità di un popolo è ciò che, in un individuo, è il codice genetico: rappresenta l’insieme delle caratteristiche peculiari di un popolo e, qualora andasse in frantumi, con essa verrebbe distrutto il popolo stesso, che diverrebbe una massa indistinta invece che un soggetto forte ed autonomo.
La Tradizione, parimenti importante, è il complesso valoriale, composto da passato usi e costumi, che costituisce la Storia di una civiltà e rende ogni generazione, in senso spirituale, la continuazione di quelle precedenti, determinando l’andare avanti del corso storico di un popolo che conserva, secolo dopo secolo, salde le proprie radici.
È evidente che i concetti di identità e tradizione vanno a braccetto, e qualora venisse distrutta la prima, lo sarebbe, forzatamente, anche la seconda.
Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, essendo il partito degli italiani, non può che far prescindere ogni sua battaglia, presente e futura, dalla difesa del diritto ad esistere dell’identità italiana e dell’italiano come soggetto culturale ben definito.
Per questo motivo, in questo momento di attacco efferato, la nostra opposizione a progetti come lo Ius Soli, ma anche il ddl Zan, sarà dura e netta, essendo consapevoli che, se queste due norme passassero, ci sarebbe rimasto ben poco da difendere, e la situazione sarebbe compromessa, stavolta, forse, in maniera definitiva.

Foto di SplitShire da Pixabay

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi