1 Dicembre 2022

www.missino.it

Blog di informazione del MSFT

Meno social più maturità e consapevolezza

3 1
Read Time:1 Minute, 44 Second

di Massimo Nigro, Coordinatore Reg.le Toscana MSFT

Era il lontano 2004, quando la Legge n.226 del 23 agosto abolì la leva obbligatoria, conosciuta anche come servizio militare. A distanza di anni, siamo sempre piu’ convinti che tale scelta fu’ scellerata ed alquanto azzardata, viste le devastanti conseguenze create.

Ad affermarlo è Massimo Nigro, che in una nota esprime il suo rammarico avverso l’approvazione di tale improvvida Legge, altamente nociva e sbagliata perchè spiega, in una società consumistica e materialista come quella di oggi, i giovani e gli adolescenti in gran parte hanno perso i valori spirituali e tradizionali di Patria e famiglia; giovani che hanno imboccato una strada che guarda solo al materialismo ed all’eccessiva tecnologia, smarrendo di fatto riferimenti ideali e materiali.

La cosiddetta naia ed un periodo di distacco dal nucleo familiare, aiuterebbe la loro maturazione; un po’ di disciplina favorirebbe l’acquisizione dei valori veri e sani della vita ed aiuterebbe la collettività; infatti prosegue l’esponente missino, la nostra proposta è un po’ diversa dalla leva originale, essa ha come punto cardine l’obbligo, una volta la settimana, di dedicare un giorno apposito allo svolgimento di servizi socialmente utili, preferibilmente rivolti alla fascia più debole della popolazione, quali supporto a gli ospedali, cura degli anziani o assistenza alle persone diversamente abili, cura del territorio ecc..
Il ripristino del servizio militare obbligatorio, sarebbe anche utile allo scopo di abilitare all’uso di un arma in caso di guerra, nella malaugurata ipotesi in cui si renda necessaria la nostra partecipazione ad un conflitto bellico, così da avere personale formato e preparato.

L’impiego dei neo arruolati, continua Nigro, non si fermerebbe qui, la nostra proposta di iniziativa popolare ne prevede anche l’impiego come avamposto di contrasto nei confronti della criminalità locale, nel controllo delle periferie e del centro storico, sia nelle ore diurne che notturne.

A tal proposito, per dar corpo a questa iniziativa, il Movimento Sociale Fiamma Tricolore informa che avvierà una raccolta firme allestendo gazebo in tutto il territorio regionale; l’iniziativa popolare sarà presentata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed all’intero governo Draghi.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi