25 Giugno 2022

www.missino.it

Blog di informazione del MSFT

Disumani

0 0
Read Time:2 Minute, 9 Second

di Daniele Proietti

Si parla molto dei fattori economici che orbitano intorno al discorso Covid ma si trascurano, colpevolmente, dinamiche umane importanti, che molto spesso hanno ricadute di carattere psicologico e sociale.
L’obbligo vaccinale imposto ad una categoria importante nella società intesa in senso tradizionale come quella dei docenti è una scelta chiara da parte di un governo che, in linea con quelli precedenti, non opera al fine di garantire la crescita di una comunità, ma persegue solamente l’interesse privato dei soliti noti.
Privare un bambino o un ragazzo di una figura di riferimento, che a volte si rivela fondamentale per la crescita umana e sociale della persona come quella dell’insegnante, il cui lavoro non viene valutato in senso meritocratico ma in base al suo grado di accondiscendenza verso le scelte governative, vuol dire non avere alcun interesse né per la crescita di quel ragazzo né per la dignità professionale del personale scolastico.
Nella società in cui sempre di più prevalgono gli algoritmi, i numeri e i listini azionari, dove la fanno da padrone concetti che nulla hanno a che vedere con la Tradizione come la digitalizzazione e la transizione ecologica declinata in senso capitalista, la persona non viene più vista come una componente di un organismo comunitario e sociale del quale contribuisce alla crescita attraverso le proprie caratteristiche, ma come un mero soggetto di consumo, la cui funzione è solo quella di lavorare ( se fa il bravo e accetta di fare da cavia agli esperimenti di turno) e acquistare, meglio se presso immense aziende multinazionali senza alcuna identità o nei grandi magazzini virtuali che la modernità e il progresso ci mettono a disposizione.
Ad un mondo che si prepara, ormai senza nemmeno preoccuparsi di nasconderlo, all’ingresso sulla scena dei robot, che sostituiranno in molte mansioni gli esseri umani, cosa importa del dolore che prova un piccolo commerciante, anima di un quartiere, nel dover chiudere la propria attività a causa di una crisi della quale certo non è responsabile? Alla contro elite che ci governa cosa può interessare se qualche milione di italiani sta subendo una discriminazione incessante che sfocia nell’esclusione sociale e può condurre alla depressione? Lo Stato moderno, laico e figlio della scienza divinizzata non contempla qualcosa che attiene all’ambito metafisico come l’anima.
Al Gesù guaritore che con affetto diceva ” alzati e cammina” si è sostituito l’avaro economista senza cuore che dice “vaccinati e lavora”. È il segno dei tempi che passano, della Tradizione che lascia spazio ai moderni deliri, che, se non verranno fermati al più presto attraverso atti quotidiani volti alla restaurazione dell’ordine, diventeranno un’ orrenda normalità.






Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi