Come considerare il mondo islamico?

17 0
Read Time:3 Minute, 27 Second

di V. Guardino

Tra Islam e Cristianesimo non è mai corso buon sangue. Per diversi secoli, l’Europa cristiana dovette ingaggiare guerre, definite Crociate, per difendersi dai tentativi di egemonia islamica sul vecchio continente, liberando in tal modo la Sicilia, zone della Spagna nonché, per parecchio tempo, anche la Terra Santa.
Questa protezione dell’Europa, che trovò il suo punto più alto nella battaglia di Lepanto (1571), oggi è quasi completamente taciuta dall’attuale storiografia: per esempio, non viene studiata abbastanza la grande opera di difesa dell’Adriatico che vide come protagonista indiscussa la Repubblica di Venezia. Ciò accade perché siamo vittime di un’ideologia politicamente corretta che, come descritto in altri articoli, mira a sovvertire i valori concretizzando, purtroppo con successo, l’incubo dello sradicamento e della cultura della cancellazione.
Tuttavia, in parecchi settori delle destre filo-mondialiste, oggi è presente un’impostazione anti-islamica che non ci piace: essa ricalca lo “Scontro di civiltà” teorizzato negli anni ’90 dallo scrittore statunitense Huntington, ripreso poi da Oriana Fallaci. Questa specie di anti-islamismo di marca americana non si batte per la difesa delle tradizioni cristiane europee, bensì per la demolizione di qualsiasi religione e tradizione culturale. In particolare, le correnti neoconservatrici americane vogliono unificare l’orbe terracqueo sotto la plutocrazia internazionale esportando ovunque, anche con le bombe, il modello di società occidentale. Il sogno dei globalisti, infatti, è quello di far scomparire le fedi religiose, le patrie e le identità culturali al fine di edificare un mondo basato sull’idolatria dell’uomo e del denaro. Per questo motivo i governi americani, una volta caduto il blocco sovietico, hanno individuato nei paesi del medio-oriente gli “Stati canaglia” da smantellare mediante guerre di cui purtroppo anche l’Italia, essendo militarmente loro serva, ha contribuito a svolgere. Inoltre, è venuta di recente allo scoperto una verità sconcertante: alcuni ambienti americani hanno finanziato nel corso degli anni l’ISIS per abbattere governi legittimi come quello siriano.
Alla luce di tutto questo, occorre contrastare tanto il massiccio afflusso di islamici in Europa (con il vergognoso tentativo di rimuovere i crocifissi e la nostra cultura), tanto il mondialismo americano il quale punta a cancellare sia la nostra identità, sia quella islamica. A nostro avviso, i popoli arabi hanno tutto il diritto, solo ed esclusivamente nei paesi d’origine, di mantenere la loro fede religiosa e di vivere in pace senza aggressioni o egemonie di alcun tipo. Per tale ragione, un’Italia ed un’Europa libera dall’occidentalismo plutocratico a stelle e strisce costituisce l’unica soluzione possibile anche per il mondo islamico.

***DISCLAIMER – Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. La Redazione de “Il Missino” ed i titolari della Associazione culturale omonima non si assumono la responsabilità degli articoli pubblicati, del loro contenuto, delle idee espresse, né per i danni che tali scritti potrebbero arrecare direttamente o indirettamente ad istituzioni, a partiti politici, a personalità pubbliche e private, né alle conseguenze legali derivanti da qualsiasi dichiarazione o pensiero in contrasto con le Leggi vigenti. Le idee espresse dall’autore non rappresentano le idee della Redazione, ma quanto espresso dall’autore firmatario dell’articolo. La Redazione de “Il Missino” non effettua controlli sulla veridicità delle informazioni pubblicate. L’articolo, nella sua integrità, sarà sotto la responsabilità di colui che ha firmato, ovvero la cui firma  apparirà come autore firmatario del testo pubblicato, solo dopo espressa richiesta scritta diretta di pubblicazione alla redazione; con la stessa dichiarazione il firmatario solleva la Redazione da qualsiasi responsabilità. La Redazione de “Il Missino” non si assume la responsabilità delle immagini a corredo degli articoli, le quali sono inserite a mero carattere illustrativo e sono liberamente tratte anche da siti che dichiarano le stesse “Creative Commons”; alcune immagini sono modificate liberamente solo per temporanee finalità illustrative e non commerciali; le immagini segnalate da eventuali legittimi proprietari, dopo opportuna verifica, potranno essere rimosse dopo espressa segnalazione a “lascia un commento” in calce all’articolo e/o mail indirizzata e firmata per esteso da chi ne detiene i diritti a ufficiostampa@fiammatricolore.org***    

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi