30 Novembre 2022

www.missino.it

Blog di informazione del MSFT

DUE PAROLE SULL’ UNITÀ D’ITALIA

0 0
Read Time:1 Minute, 8 Second

di Daniele Proietti

Oggi, 17 marzo 2021, ricorre il centosessantesimo anniversario dell’ Unità d’Italia, un evento, questo, che scatena spesso intensi dibattiti all’interno della nostra area tra chi si pone, riguardo questo accadimento storico, in maniera agiografica, e chi, invece, rileva dei lati oscuri che spesso, volutamente, sono stati taciuti.
L’ epoca delle unità nazionali nasconde molti aspetti negativi, che è giusto che, chi si definisce patriota, abbia bene a mente.
Il sentimento nazionalista che si esaurisce con l’unità della Nazione svilisce il vero senso del patriottismo.
La Nazione infatti, se intesa attraverso i (dis)valori illuministi, non è  più Patria nel senso di Sangue e Suolo, ma mera porzione territoriale adatta a sviluppare scambi commerciali, e , quindi, propedeutica al sistema capitalista.
Il sovranismo dei partiti come la Lega e Fratelli d’Italia è figlio di questo tipo di concezione, mentre il nostro Nazionalismo vede l’unità dell’Italia e la sua integrità territoriale non come il fine ma come l’inizio di un processo di stampo imperiale e tradizionalista che veda l’Italia, come già è stato storicamente con l’Impero Romano e il Fascismo, come guida di un ampio soggetto spirituale, politico ed economico che sia espressione compiuta  della nostra civiltà millenaria italica e romana. 
Una Fiamma di speranza per le nostri genti che, dell’Italia, divampi nel continente europee

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
100 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi